Torture tests: ma che senso hanno?


Esce un nuovo telefono e da tutte le parti del mondo si scatena la fantasia di molti soggetti nel realizzare dei tourture tests. In cosa consistono questi “esperimenti”? Pensate a qualcosa di stupido e vi siete risposti da soli. In teoria, il “razionale” di fondo consiste nel verificare le capacità di tenuta di uno smartphone in condizioni estreme. Alcuni esempi:

  • parcheggio per 2 ore acceso nel freezer di casa;
  • immersione per 15 secondi in una vasca dei pesci;
  • inserimento in un sacchetto contenenti chiavi e altro materiale graffiante e contundente;
  • scaraventare il telefono per terra con grazia ed eleganza;
  • cottura in forno;
  • lanciarlo su una strada di cemento come se fosse il pack dell’hockey;

L’aspetto più sorprendente sono i commenti a seguito di ogni esperimento: indipendentemente dall’esito, denotano la pochezza cerebrale di chi si cimenta in simili test. Notate anche lo stupore quando, dopo aver scaraventato il telefono per terra, lo raccolgono e commentano la distruzione del video, il body ammaccato e, a volte, il telefono completamente morto. Come sarà mai successo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: